Windows 10 per giocare. Va bene? Ne vale la pena?




Oggi tratteremo un argomento molto importante per tutti i gamers, ovvero i giochi su Windows 10 girano bene? Da amante del classico Windows 7 Ultimate ho deciso di provare e testare questo sistema operativo con vari giochi e software, per vedere se, appunto, potrebbe essere una alternativa al 7. Parto dicendo che ho provato solamente la versione 64 bit del SO, anche se dubito venga utilizzata una versione 32 bit per gaming, la maggior parte dei giochi richiede ormai come requisito almeno 6 o più GB di Ram, la versione 32 bit senza modifiche gestisce solamente 4GB.

La novità principale, che dovrebbe solo per questo far passare (come se fosse un obbligo) a Windows 10 per giocare è l’introduzione della nuova DirectX 12, i futuri giochi infatti molto probabilmente utilizzeranno questa libreria, garantendo performance e grafica superiore alle DirectX precedenti, si spera sopratutto performance e ottimizzazioni. Il passaggio a Windows 10 in queste condizioni è praticamente obbligatorio visto che 7 non le potrà supportare, ma nulla è certo per ora.

Comunque passiamo ora ai fatti, Windows 10 per giocare è migliore? In parte.

Su alcuni giochi in effetti si notano leggeri miglioramenti e più stabilità di fps, grazie alla gestione delle risorse migliorata ma la cosa sembrerebbe variare dal gioco, non tutti hanno miglioramenti. Il problema è la compatibilità, se vi piace testare giochi ancora in Beta o Alpha o pre-Alpha Windows 10, secondo la mia esperienza, potrebbe essere d’intralcio. Spesso bisogna ricorrere all’avvio con una versione precedente di Windows… Windows 7. In parte era la stessa cosa quando era uscito Windows 8, oltre a trasformare il PC in un tablet senza touch screen la compatibilità dei giochi, in particolare le Beta davano problemi. Per quanto riguardano i software come Sony Vegas o After Effects, Windows 10 se la cava bene, infatti ho notato un miglioramento abbastanza notevole anche in rendering, sicuramente grazie alla gestione risorse migliore.

Sicuramente una gran parte dei problemi verrà risolta con i prossimi aggiornamenti e di conseguenza rende Windows 10 il futuro successore del 7, quindi consiglio di fare l’upgrade ora solo se non si necessita di usare applicazioni e giochi ancora in fase di sviluppo o comunque di rischiare l’incompatibilità con qualcosa anche se effettivamente i casi di incompatibilità o di mal funzionamento stanno calando in fretta.



Per ottenere Windows 10: Windows 10 Download
Consiglio di fare una installazione pulita, quindi non aggiornamento ma formattando e installare Windows 10 da 0.

Comments

comments

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*